Tutti i numeri e i successi di MobyDixit 2015

Si è appena conclusa la 15a edizione della Conferenza Nazionale sul Mobility Management e la Mobilità Sostenibile svoltasi a Palermo tra i Cantieri Culturali della Zisa e il quartiere Ballarò.

Meno 15,4{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4} di carburante e meno 10,6{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4} di tempo per percorrere 1.800 metri in automobile grazie ai corsi di guida ecologica, 80 partecipanti per un totale di 80 km virtuali percorsi su una bici tecnologicamente avanzata, 300 addetti ai lavori, 8 workshop, quasi mille spettatori al concerto finale, oltre a dibattiti, talk show sui temi della mobilità sostenibile, la prima lettura scenica sulla mobilità e un tour a impatto zero con auto elettriche Renault del servizio AMAT di car sharing per visitare le meraviglie architettoniche e storiche oggi patrimonio dell’UNESCO. In più la consegna di premi alle scuole palermitane, di una bici tandem a Ficarra e Picone per il Premio Pensieri & Pedali e la collaborazione artistica con Ballarò d’Autunno – Dimmi come mangi e come ti muovi.

Oltre trecento gli addetti ai lavori che hanno seguito la 3 giorni dedicata alla mobilità sostenibile, ricca di dibattiti, workshop e iniziative di alto profilo tecnico e scientifico: il pomeriggio di apertura di giovedì 15 ottobre ha visto il coinvolgimento di Robert Stüssi, uno dei maggiori esperti europei del settore, del direttore generale del Ministero dell’Ambiente Maurizio Pernice, di Enzo De Pietro del Ministero dei Trasporti, del direttore AMAT Domenico Caminiti, del professor Maurizio Carta dell’Università di Palermo, oltre naturalmente del direttore scientifico di Euromobility Lorenzo Bertuccio, e del Presidente Roberto Maldacea.

Da venerdì 16 MobyDixit ha unito le proprie forze organizzative con un altro importante evento palermitano, Ballarò d’Autunno – Dimmi come mangi e come ti muovi: ai Cantieri della Zisa i lavori sono proseguiti con importanti momenti formativi riservati agli ordini professionali e con ulteriori otto interessanti workshop su diversi temi legati alla mobilità sostenibile, mentre dal pomeriggio sono iniziati i corsi gratuiti di Eco-Guida per i cittadini, sono stati consegnati i premi alle scuole palermitane e una bici tandem a Ficarra e Picone per il Premio Pensieri & Pedali. Alla sera chi ha potuto ha seguito la prima lettura scenica sulla mobilità. All’Istituto Tecnico Economico e per il Turismo ‘Pio La Torre’ è stata consegnata non solo la targa premio per il miglior video sulla mobilità sostenibile, ma anche una fiammante bicicletta che da oggi sarà il mezzo a disposizione dell’ufficio del mobility manager della stessa scuola. Dell’Istituto Comprensivo ‘Perez – Madre Teresa di Calcutta’ è invece la classe risultata vincitrice del concorso per le scuole primarie del più bel disegno sulla mobilità sostenibile. Sette erano le scuole partecipanti e per ognuna di esse è stato selezionato un disegno vincente.

Sabato 17 MobyDixit si è spostato nel cuore della città raggiungendo Piazza Casa Professa a Ballarò, dove sono proseguiti i corsi di guida ecologica per i cittadini, si è svolto un interessante talk show sui temi della mobilità sostenibile ed è stato organizzato con autovetture elettriche Renault del servizio comunale di car sharing il tour arabo-normanno a impatto zero per visitare le meraviglie architettoniche e storiche oggi patrimonio dell’UNESCO. A fine giornata quasi mille spettatori hanno goduto, fino a ben oltre la mezzanotte, dell’esibizione musicale di “Good Falafel” e “Ipercussonici”.

I 14 cittadini che hanno sperimentato i corsi di guida ecologica hanno risparmiato mediamente il 15,4{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4} di carburante grazie ai suggerimenti degli istruttori della Scuola Nazionale di Ecoguida di Euromobility, con un minimo dell’11,5{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4} e un massimo del 17,6{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4}. Non solo, le 14 “cavie” hanno anche risparmiato tempo, a dimostrazione che le tecniche di Ecoguida non servono solo a risparmiare carburante ma anche ad arrivare prima a destinazione: su un percorso di circa 1.800 metri il risparmio medio di tempo è stato del 10,6{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4}, con punte massime del 12,3{0c97a2a9fcb825d32be8289d624d361260a140414562dcfef8926565209be0d4}.

Per tutti i 3 giorni, prima ai Cantieri Culturali della Zisa e poi a piazza Casa Professa nel quartiere Ballarò, i cittadini si sono sfidati in una gara virtuale in bicicletta grazie alla collaborazione di Mobilita Palermo. Più di 80 partecipanti, per un totale di 80 km virtuali percorsi, hanno pedalato più velocemente possibile su una bici tecnologicamente avanzata che rilevava velocità e distanza in tempo reale, muovendo in una mappa il relativo segnaposto sino al traguardo scelto sul lungomare di Mondello vicino lo stabilimento del Charleston. Tantissimi i curiosi che incitavano i partecipanti appena dietro le postazioni. I due vincitori di Virtual Bikers, che si sono aggiudicati le 2 mountain bike messe in palio dallo sponsor ECOMAV di MobyDixit, hanno raggiunto il traguardo con un incredibile tempo record, rispettivamente di 2 minuti e 17 secondi e di 2 minuti e 26 secondi.

“Come Euromobility abbiamo voluto estendere, cominciando da Palermo, la cultura del mobility management dagli addetti ai lavori alla cittadinanza – ha sottolineato Roberto Maldacea, Presidente dell’Associazione. “L’obiettivo è stato quello di allargare al massimo e condividere il tema della mobilità sostenibile, oggi sempre più attuale, di dominio pubblico e appannaggio di tutte le classi sociali, dalle scuole agli anziani, passando per le famiglie e le Amministrazioni pubbliche”.

Read More